Zaino per Interrail | Cerchi il migliore? Non perdere questa guida!

Come scegliere lo zaino più adatto per il tuo InterRail?

zaino da viaggio

 

Il primo passo che devi fare, per la scelta di uno zaino adatto al tuo Interrail e le tue esigenze, è informarti!

Come? Semplice!

Continua a leggere questo articolo e ti assicuro che non avrai più alcun dubbio a riguardo 🙂

Questa volta, noi, ci siamo messi da parte.

Oltre le parole c’è l’Esperienza. Oltre l’Esperienza c’è la Verità.

Ed è proprio per questo che lasciamo spazio a chi di esperienza ne ha più di noi (forse anche di te :P)

Non perdiamoci in chiacchiere, ti presento Raffaele Falvo.

SEI PRONTO?

Una volta che hai capito quale zaino comprare,  non dimenticare di fare un salto QUI, troverai tanti altri consigli per organizzare il tuo InterRail.


Lo zaino rappresenta l’equipaggiamento per antonomasia; la sua onnipresenza in ogni avventura lo ha reso una vera e propria icona per chiunque voglia conoscere il mondo.

Il mercato propone migliaia di modelli diversi, che si differenziano in base al litraggio, alla destinazione d’uso, ai materiali che lo compongono e, non per l’ultimo, all’estetica.

Non esiste uno zaino che possa essere utilizzato comodamente per qualsiasi attività. La scelta di uno zaino è personalissima ed estrinseca la filosofia con la quale vogliamo affrontare il viaggio e metterci in gioco. C’è chi preferisce soluzioni ultraleggere al costo di sacrificare il confort e chi, al contrario, preferisce zaini pesanti e ricchi di features.

Prima di affrontare l’acquisto di uno zaino, dobbiamo avere ben chiaro cosa vogliamo farci ed essere pronti a spendere, se si ricerca un prodotto di sicura qualità e durata, qualche centinaio di euro. Passaggio fondamentale, che ha precedenza rispetto ad ogni altra cosa, è capire quanto grande debba essere lo zaino o, in termini più tecnici, il suo litraggio.

NB: uno zaino troppo piccolo, che ospita precisamente tutto il nostro materiale, potrebbe rivelarsi scomodo qualora acquistassimo dei souvenir in loco; mentre uno zaino troppo grande finirebbe inevitabilmente per essere riempito, con il rischio di portare troppe cose inutili !

Una categoria di zaini molto funzionale per un Interrail è quella degli zaini da escursionismo o, utilizzano un termine che si sta diffondendo sempre più, zaini da backpacking. Le marche sono moltissime: FERRINO, DEUTER, LOWE ALPINE, OSPREY, ARC’TERYX, BARGHAUS, KARRIMOR, MILLET, SALEWA ecc. Alcune di queste stanno spingendo molto sull’innovazione, proponendo zaini con materiali molto leggeri (sacrificando un pò la robustezza) e mutuando linee e forme dagli zaini da alpinismo, in modo da renderli più stretti e dalle forme lineari.

Quanto conta l’estetica?

 

zaino da viaggio L’estetica di uno zaino si rivela molto importante in un viaggio. Tralasciando le questioni dimensionali delle varie compagnie aeree, uno zaino dalla forma irregolare potrebbe crearci difficoltà nel caricarlo su un treno, o nel bagagliaio di un autobus o di un taxi. Il mio consiglio è di scegliere uno zaino senza tasconi laterali ingombranti, privilegiando quelli a soffietto che, all’occorrenza, possono espandersi.

 

Il classico zaino da trekking è fatto da tre scomparti principali, quello inferiore, quello del corpo e la patella superiore, cui si aggiungono, generalmente, due tasche laterali, più vari agganci e cinghie di compressione. La tasca inferiore è pensata per conservare il sacco a pelo e i vestiti per la notte, quella superiore per piccoli oggetti di frequente utilizzo e quella centrale per tutto il resto.

guinnessIl mio preferito?

Uno zaino che personalmente ho apprezzato moltissimo è il deuter air contact 70+15. Si tratta del top di gamma della casa e, lo prometto sin da subito, si tratta di uno zaino più pesante della media. A differenza di molti altri produttori, Deuter non si è lanciata nella corsa all’ultimissima innovazione tecnologica e, anche se un po’  a discapito del peso, continua ad usare cordura dall’alta grammatura che garantisce allo zaino una resistenza all’usura senza eguali.

Bisogna prestare molta attenzione alla scelta dei materiali ! Semplificando al massimo possiamo dire che a parità di spessore il poliammide (con il termine Cordura, che è di proprietà DuPont, si identifica un poliammide di alta qualità) è più resistente all’usura e all’abrasione, ma soffre i raggi solari e scolorisce. Il poliestere, l’esatto opposto: meno resistente della poliammide, ma dai colori più duraturi. Molti produttori, per risparmiare sul peso senza sacrificare troppo la resistenza, utilizzano una tecnica di tessitura nota come “ripstop” consistente nell’inserire, nella trama del tessuto, un ordito più spesso che dovrebbe frenare eventuali strappi.

Da ricordare assolutamente!

Importante è l’utilizzo di un coprizaino (molti lo hanno incoporato) che all’occorrenza riparerà lo zaino dalla pioggia ma anche da eventuale sporco (es. bagagliaio autobus). Alcuni zaini utilizzano una copertura cucita alla base, non separabile. Il mio consiglio è di tagliarla, in modo da poterla fare asciugare comodamente.

Importantissimo, per qualunque zaino, è che le cerniere siano molto robuste e non si inceppino, nemmeno a pieno carico.

La parte più importante dello zaino è sicuramente uno schienale. Non esiste uno zaino che non faccia sudare ma, uno schienale ben progettato e ben areato, permetterà di farci bagnare il meno possibile. Lo schienale funziona in simbiosi con la cintura ventrale, che ha il compito di scaricare tutto il peso sulle anche.

Nei viaggi, lo zaino, ci accompagnerà sempre, quindi è essenziale che sia comodo e ci stia bene addosso. Io consiglio di provarlo sempre in qualche negozio fisico e, soprattutto, di provarlo carico. I negozi più grandi hanno proprio dei pesi per riempirlo, in ogni caso andrà bene qualunque oggetto pesante.

Altro aspetto importante da non sottovalutare in uno zaino da Interrail è il rapido accesso al suo contenuto. Esistono zaini molto robusti e leggeri che sono formati da un’unica sacca ma, per poter accedere al fondo, dovrete svuotare tutto lo zaino; per ovviare a tale problema molti zaini permettono, tramite una grossa e robusta zip, di avere accesso rapido a tutto il contenuto della tasca principale. Questo è un vantaggio di non poco conto in quanto permette di coniugare la filosofia di uno zaino con la praticità d’accesso di un borsone.


 

Spero che questi consiglio ti aiuteranno a trovare lo zaino più adatto alle tue esigenze.

Ora è arrivato il momento di organizzare il tuo interrail,non perdere tempo passa da qui Guida al primo InterRail

One comment

  1. I must say you have hi quality articles here. Your content should go viral.
    You need initial boost only. How to get massive traffic? Search for; Murgrabia’s tools go viral

Leave a Reply