È il tuo primo Interrail? La guida definitiva

Organizzare il primo Interrail non è mai cosi semplice. 

Quali treni potrò prendere, come organizzarmi al meglio con lo zaino, dove mi conviene dormire e tante altre domande continuano a girare nella tua testa e non riesci a trovare risposte concrete da nessuna parte.

Anche io mi sono trovato nella stessa tua situazione, passando giornate intere alla ricerca di Blog, forum e pagine Facebook. 

Parliamoci chiaro, rimane comunque un’esperienza nuova e diversa dal solito viaggetto “tre notti ad Ibiza” no?

Ecco perchè, dopo il mio primo Interrail ho deciso di aprire questo Blog.

Un contenitore di consigli utili per organizzare il tuo viaggio e risolvere ogni tuo dubbio.

Prima di passare alla parte centrale di questo articolo, quindi capire quali sono i passi da seguire per organizzare al meglio il tuo Interrail, ti vorrei raccontare la mia esperienza.

Conosciamoci meglio

Io mi chiamo Lucio Abatemarco ed ho vissuto due incredibili Interrail che mi hanno permesso di esplorare gran parte dell’Europa. Nel mio primo Interrail ho viaggiato per 22 giorni, munito di un Global Pass Interrail.

Prima tappa Stoccolma, capitale della Svezia situata lungo la costa orientale. Un posto meraviglioso, pulito, ordinato con una parte storica, Gamla Stan, che lascia a bocca aperta. Viene soprannominata la “Venezia del Nord”!

Dopo averla amata ed esplorata per bene, il viaggio continua attraversando i fiordi di Oslo, conosciuta anche come “Kristiania”, capitale nonchè città più grande della Norvegia.

Terza tappa Danimarca (Copenaghen). Opera house e la famigerata “statua della sirenetta” sono solamente briciole in confronto a quanto offre questa Città.

Quarta fermata Berlino, ahimè solamente per un giorno intero ma è bastato per capire quanto sia affascinante questa città. Cultura, arte e storia fanno da cornice e sfondo in questa fredda città della Germania.

A seguire Praga, la città magica, Vienna e in conclusione l’indimenticabile Budapest! E’ stata un’esperienza che ha cambiato la mia vita e porterò sempre con me.

Nel secondo Interrail ero molto più organizzato. Reduce dalla prima esperienza e dopo aver fondato questo blog, sono riuscito a portare a casa un itinerario pazzesco: 6 Nazioni ed 8 città in 15 giorni!

Prima di affrontare questa tipologia viaggio però, proprio come te, avevo innumerevoli dubbi:

  • Prenotazione e scelta treni: quali treni potrò prendere? Se hanno l’obbligo di prenotazione, come capirlo? Li prenoto in largo anticipo oppure posso farlo direttamente il giorno che intendo spostarmi?”
  • Dove conviene dormire: ostello, tenda, Airbnb, hotel? Meglio prenotare in anticipo?
  • Come organizzarmi per mangiare, magari riuscendo a risparmiare qualcosa?
  • Conviene portare con se contanti o carta?
  • Quali app scaricare necessariamente sul proprio smartphone prima della partenza?
  • Imbarco zaini.

E’ arrivato il momento di affrontare tutti questi punti insieme e scoprire come organizzare al meglio il proprio Interrail eliminando ogni tuo dubbio.
A proposito: hai già acquistato il tuo pass Interrail?


Quali treni potrò prendere? Bisogna pagare un supplemento?

Iniziamo a chiarire una cosa. Con un pass Interrail avrai la possibilità di viaggiare con quasi tutte le compagnie ferroviarie esistenti. Ad ogni modo, ecco cosa ti consiglio di fare per eliminare ogni dubbio.

Ovviamente scarica, considerando che ormai è tutto digitalizzato, l’app ufficiale Rail Planner. Rail planner infatti, non solo ti consente di acquistare e gestire il tuo pass interrail, ma avrai la possibilità di controllare gli orari dei treni e le tratte disponibili per raggiungere la tua meta.

In più, questa fantastica ed efficiente applicazione ti informerà (menù a tendina – pass benefit) dei benefit, per ogni paese, a tua disposizione previsti per tutti coloro che sono in possesso di un biglietto Interrail.

Prenotazione

Molti treni richiedono la prenotazione del posto obbligatoria. In poche parole dovrai pagare un supplemento (spesa irrisoria) per poter viaggiare con quel treno.

“Come posso capire se il treno che vorrò prendere richiede la prenotazione obbligatoria?”

Per scoprirlo avrai due possibilità. 

Apri l’applicazione Rail Planner, inserisci la meta che vorrai raggiungere, scegli il treno che più si adatta alle tue esigenze e qualora troverai la scritta in rosso “RESERVATION COMPULSORY” significa che sarà necessario pagare una tariffa minima per la prenotazione obbligatoria del posto a sedere.

“Il treno che ho scelto richiede la prenotazione obbligatoria. Entro quando devo pagare il supplemento?”

Ti consiglio di riservare il proprio posto almeno tre giorni prima del giorno in cui dovrai prendere quel treno. Potrai provvedere online oppure, ancora meglio, pagare direttamente in stazione.

Alcune volte mi è capitato che nonostante era presente la scritta Reservation Compulsory, il treno in realtà non necessitava di una prenotazione obbligatoria.

Ecco perché consiglio di chiedere informazioni sempre direttamente in stazione di volta in volta.


Dove dormire?

“.. Interrail è bello proprio perché non devi programmare nulla ..

Sicuramente avrai ascoltato o letto TANTE volte questa frase.

Come la penso? grandissima cazzata.

Non programmare nulla, a mio avviso, significherebbe aumentare lo stress che inevitabilmente sarà tuo compagno di viaggio, nonché rischiare di perder tempo prezioso da spendere da buoni turisti affamati di sapere e conoscere.

Allora..cosa fare? 

Airbnb: Sicuramente dare un’occhiata su internet alla ricerca di ostelli non guasta. Ma, dopo la mia esperienza, posso affermare che cercare sistemazione con AIRBNB è la scelta migliore da prendere in considerazione.

“Perchè Airbnb?”

Per non perderci in troppe chiacchiere, ti rimando direttamente a questo articolo che ho scritto un pò di tempo fa per te dove ti spiego nel dettaglio cos’è Airbnb, quali sono i vantaggi legati a questa scelta e come prenotare.

Vieni a scoprire il magico mondo AIRBNB. Clicca qui alla scoperta di AIRBNB.

Ostello: Di sicuro tieni sempre in considerazione la possibilità di dormire in Ostello. Se viaggi da solo può essere un ottima scelta. Hai la possibilità di conoscere nuove persone, tra questi tanti altri viaggiatori, e spendere pochissimo.

Come piattaforma utilizzo sempre Hostelworld e mi trovo benissimo. Gli ostelli sono recensiti, completi di foto, valutazione e tutte le informazioni di cui necessiti.

Risparmiare per dormire

Ecco la parte più bella di questo articolo! 🙂

Cerca di organizzare gli spostamenti in modo tale che tu possa viaggiare di notte risparmiando tempo e danaro – in media per un posto letto richiedono un supplemento di 10/12 euro.

Ricordo di aver viaggiato da Praga a Vienna con un treno notturno. Si, ok, non è stato il massimo però abbiamo risparmiato tempo e tanti soldi. Un compromesso più che accettabile direi 🙂


 Conviene portare contanti o carta?

Questa era una delle tante domande che mi affliggevano prima della partenza. Bene, a conclusione posso assicurarti che la soluzione migliore è portare con se una carta (semplice bancomat).

Cambiare i soldi in ogni città significherebbe perdere qualche euro di troppo! Senza problemi potrai pagare tutto con la carta (io ho utilizzato la genius card), anche per un semplice caffè.

Solamente in negozi di souvenir ho avuto qualche problema perché viene richiesta una spesa minima per poter utilizzare la propria carta. In casi simili forse conviene cambiare qualche soldo.

Per il resto, bancomat tutta la vita!


Quale zaino scegliere?

Tema abbastanza delicato a mio parere.

Lo zaino sarà il tuo compagno di viaggio e proprio per questo ti consiglio, dopo aver letto alcuni suggerimenti che troverai di seguito, di continuare la lettura qui La migliore guida per scegliere il tuo zaino !

  • Regola numero 1 del Codice dei Viaggiatori:

Evita, evita ed EVITA di appesantire il tuo zaino con 20 magliette, 10 maglioni, 40 pantaloni, 67 paia di calzini ecc. Ricorda che non stai andando in guerra, per cui ci sarà sempre la possibilità di utilizzare una lavatrice o quanto meno lavare il tutto a mano. Quindi, non esagerare.

  • Zaino non a sacca:

Risulterà molto più comodo uno zaino “valigia” con la possibilità, quindi, di aprirlo totalmente utilizzando le apposite cerniere. Cosi facendo, nell’eventualità che ti serva qualcosa posizionata in fondo, non sarà necessario buttare tutto fuori ed uscire pazzi!

  • Imbarco zaino:

Sarebbe una buona idea, specialmente se si parte in due o più persone, portare uno zaino più grande ed imbarcarlo. Potrai portare con te diversa roba senza problemi e senza pensare troppo alle regole restrittive delle compagnie aeree.

  • Ricorda che per scegliere lo zaino migliore devi affidarti a Raffaele Falvo e la sua fantastica guida Zaino per InterRail

 Come organizzarmi per mangiare?

Supermercati, supermercati e… supermercati!

Indubbiamente la scelta più economicaSicuramente sono dovuto scendere a compromessi, però ne è valsa la pena.

Ecco alcuni consigli:

  • Primo fra tutti (per chi ne fa una malattia, come me)il CAFFÈ. Dimentica l’espresso (può raggiungere prezzi esorbitanti). Farai abuso, ABUSO, di un buon (a noi piace) CAFFÈ AMERICANO. A tal proposito consiglio di acquistare un thermos prima della partenza. Cosi facendo basterà comprare un barattolo di caffè solubile, prepararlo comodamente a casa e, fidati, il tuo portafoglio ti ringrazierà!
  • Buona norma sarà portarsi dietro posate multi-uso in plastica (si trovano facilmente da decathlon). Considera che camminerai tanto e diverse saranno le volte in cui ti ritroverai a mangiar per strada. A me capitò addirittura di rimanere senza posate in un ostello perchè troppe persone stavano mangiando in quel momento! In più, sono facili da lavare e non occupano spazio.
  • Se utilizzerai il sistema AIRBNB per trovare casa, spesso verranno messi a disposizione olio, sale e tanto altro ancora. Quindi, buono a sapersi no?!
  • Ultimo consiglio, non per importanza. Per risparmiare, sempre se possa piacerti, facevo colazione con le uova (americanata). E’ incredibile quanti soldi si possano risparmiare e poi, parliamoci chiaro, ma quanto sono buone le uova in prima mattina?

Quali applicazioni mi conviene scaricare prima della partenza?

Premetto che, la maggior parte delle volte, ho ignorato la tecnologia chiedendo informazioni ai passanti (ottima scusante per praticare la lingua inglese, quindi fallo anche tu), utilizzando mappe cartacee e prenotando i treni una volta giunti in stazione.

Oltre a scaricare ovviamente Rail Planner, consiglio:

  • GOOGLE MAPS: (scontato, lo so). Devo ammettere che funziona perfettamente in collegamento con AIRBNB. Ciò ha reso più facile raggiungere gli indirizzi degli “HOST”. Devo anche ammettere che è un ottima soluzione per verificare gli orari e punti di partenza di treni e bus.
  • AIRBNB: (ovviamente) Si, ne sono innamorato.
  • HOSTELWORLD: perfetta per ricercare i migliori Ostelli in Europa. Io la utilizzo sempre.
  • COUCHSURFING: Non la conosci? In poche parole puoi avere la possibilità di esser ospitato senza dover pagare nulla.
  • CURRENCY: il più delle volte ho usufruito di questa semplice applicazione (android, nel mio caso). Questa, lavora come CONVERTITORE DI VALUTE!

Se hai qualche altro dubbio che ti tormenta lascia pure un commento.

Provvederemo a rispondere il prima possibile.

Se tutti questi consigli non sono per te sufficienti, dai un’occhiata alle interviste realizzate ad esperti viaggiatori – Storie e consigli di esperti viaggiatori

15 Comments

  1. hello!this is extremely nice site!

  2. HI , thanks for this coupons , i just was looking for amazon coupons , i wish you puplish amazon coupons soon , thanks again for this list

  3. How frequently will Fb check for a brand new LiveJournal article to import to my notes?

  4. […] Non perdere utili consigli per organizzare il tuo interrail al meglio. Scopri come […]

  5. D`altra parte attenzione anche a non partire troppo carichi, saranno molte le volte in cui dovrete correre per non perdere il treno, meglio quindi non portare con voi l’intero armadio.

    • Grazie per il tuo contributo 🙂 Pienamente d’accordo.
      Bisogna portar con se tutto ciò che davvero può ritornare utile lasciando il superfluo a casa.

  6. Did you get some of your thoughts from here (similar perspective): https://fullarticle.org/FFidea

  7. Αn interesting discussion is dеfinitely worth comment.
    There’ѕ no doubt that that you ought to wгite more about this issue, it may not be a taboo
    suƄject but generally рeople don’t speak about
    ѕuch subjects. To the next! All the best!!

  8. Thank you Luca 🙂

  9. Bell’articolo. Sono tornato da pochi giorni da un Interrail in Nord Europa e se posso permettermi di aggiungere un’applicazione all’elenco, direi Polarsteps. Ti permette tenere traccia del tuo percorso (è battery friendly), ed inoltre per ogni tappa che fai puoi caricare foto e/o pensieri, descrizioni, insomma testo. Inoltre permette ai tuoi parenti ed amici di “seguirti”, sapere dove sei e vedere le foto direttamente da lì.
    E poi dopo un lungo viaggio vedere il percorso fatto è soddisfacente, fidatevi 😉

    • Ciao Gianmarco, grazie per la segnalazione.

      Effettivamente ho dimenticato di aggiornare la lista.
      Nel mio ultimo Interrail ho utilizzato questa applicazione e mi è piaciuta tantissimo!

      Scrivimi direttamente alla pagina facebook se vuoi raccontare il tuo Interrail.

      A presto,

      Lucio

  10. Ciao, ho in programma di fare un interrail verso aprile e questi consigli mi sono sembrati molto utili.
    Una domanda: quanto tempo prima consigli di prenotare il pass?

    • [email protected]
      [email protected]

      Ciao Alice, mi fa piacere che tu abbia trovato utili questi consigli.

      Il mio consiglio è di comprare il pass una volta che avrai stabilito ed organizzato il tuo viaggio. In media un mese prima può essere più che sufficiente 🙂

      Se posso aiutarti in qualche altro modo fammi sapere.

Leave a Reply